Torna alla Home:Home page



Nazionali – MISE – Fondo per il credito alle PMI e ai professionisti vittime di mancati pagamenti



Beneficiari

Possono presentare domanda le Piccole e Medie Imprese (PMI) e i professionisti che, alla data di presentazione della domanda, presentano una situazione di potenziale crisi di liquidità a causa di mancati pagamenti da parte delle imprese debitrici. In particolare, si considerano in potenziale crisi di liquidità le PMI beneficiarie che presentano un rapporto non inferiore al 20% tra l’ammontare dei crediti non incassati nei confronti delle imprese debitrici e il totale dei “Crediti verso clienti”.

Le imprese devono rispettare i seguenti parametri:

  • patrimonializzazione - il rapporto tra patrimonio netto e totale dell’attivo non può risultare inferiore al 5% con riferimento all’ultimo bilancio approvato;

  • capacità di rimborso - relativamente all’ultimo bilancio approvato, il flusso di cassa non può risultare inferiore alla somma degli impegni annuali per capitale derivanti dal finanziamento agevolato richiesto e dagli altri finanziamenti già erogati alla PMI beneficiaria nell’esercizio in corso e negli esercizi precedenti e in essere alla data di presentazione della domanda.

Interventi

La finalità del fondo è quella di ripristinare la liquidità delle PMI beneficiarie che risultino parti offese in un procedimento penale (avviato in data precedente la presentazione della domanda) avente per oggetto mancati pagamenti da parte di debitori imputati dei delitti, commessi nell’ambito dell’attività d’impresa, di cui agli articoli:

  • 629 del codice penale(estorsione);

  • 640 del codice penale (truffa);

  • 641 del codice penale (insolvenza fraudolenta)

  • 2621 del codice civile (false comunicazioni sociali);

  • 216 della legge fallimentare (bancarotta fraudolenta);

  • 217 della legge fallimentare (bancarotta semplice);

  • 218 della legge fallimentare (ricorso abusivo al credito);

  • 223 della legge fallimentare (fatti di bancarotta fraudolenta);

  • 224 della legge fallimentare (fatti di bancarotta semplice);

  • 225 della legge fallimentare (ricorso abusivo al credito).

Agevolazione

Dotazione finanziaria: Euro 29.193.681,49.

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato a tasso zero, di durata compresa tra 3 e 10 anni (comprensiva di un periodo di preammortamento pari a massimo 2 anni) di importo non superiore alla somma dei crediti documentati a non pagati vantati dalla PMI beneficiaria nei confronti delle imprese debitrici alla data di presentazione della domanda e non superiore alle capacità di rimborso della stessa PMI beneficiaria.

L’importo del finanziamento non può essere superiore ad Euro 500.000,00.

Fonte

Bando

Scadenza

Fino ad esaurimento risorse

Link

Informazioni





logo facebook    Seguici su Linkedin    Canale YouTube