Torna alla Home:Home page



Nazionale – Azione ProvincEgiovani - Progetti destinati a promuovere interventi nell’ambito delle Politiche Giovanili – Anno 2019



Beneficiari

Possono presentare proposte progettuali in qualità di capofila:

  • Province delle Regioni a Statuto ordinario;

  • Unione Province d’Italia (UPI) o Associazioni Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) regionali che associno Province:

    • in questo caso il progetto deve essere sottoscritto da almeno 3 Province della Regione di riferimento dell’UPI regionale (ad esclusione dell’UPI Molise, Basilicata e Umbria).

I beneficiari delle attività progettuali devono essere giovani compresi tra i 14 anni e i 35 anni.

Le proposte progettuali devono prevedere obbligatoriamente un “partenariato non istituzionale” formato da almeno 3 partner non istituzionali fino ad un massimo di 6 partner.

Sono “partner non istituzionali” i soggetti pubblici o privati, partner di progetto (sono escluse le imprese individuali, delle società di persone e delle società di capitali) che abbiano sede in Italia e svolgano o abbiano svolto almeno parte della loro attività a favore dei giovani con finalità sociali o civiche o di solidarietà.

Possono inoltre partecipare al progetto i Comuni in qualità di “partner associati” ed eventuali altri soggetti in qualità di “sponsor”.

Interventi

Sono ammissibili le proposte progettuali che concorrano al raggiungimento di uno degli obiettivi tematici di “Azione ProvincEgiovani 2019” di seguito indicati:

  • ambiente, territorio e sviluppo sostenibile: si fa riferimento ad azioni volte al raggiungimento di una maggiore consapevolezza ambientale ed etica da parte dei giovani ed all’acquisizione di comportamenti coerenti con lo sviluppo sostenibile, e a promuovere un efficace coinvolgimento nei processi decisionali e di cittadinanza attiva relativamente ai territori di appartenenza. Lo sviluppo sostenibile non riguarda solo l’ambiente, ma anche l’economia (consumi), la società (diritti, salute, diversità culturali) e le scuole (educazione ambientale, edilizia ecosostenibile).

  • promozione dello sport sul territorio: si intende promuovere azioni, idee, iniziative volte allo sviluppo dello sport giovanile; contribuendo allo sviluppo della pratica sportiva ad alto valore sociale e alla realizzazione dell'obiettivo di uno sport per tutti e di tutti. I progetti finanziati dovranno dimostrare la propria funzione sociale dello sport e il ruolo che esso riveste nei percorsi di cittadinanza attiva, e promuovere il diritto allo sport e l’accesso ad una più ampia platea di giovani. I progetti saranno strumento per il benessere psico-fisico, la tutela della salute e per le pari opportunità. Si tratta di promuovere iniziative di sviluppo della educazione fisica, dello sport come mezzo di socializzazione e salute, valorizzando il patrimonio delle strutture sportive delle Province (anche afferenti alle scuole secondarie di secondo grado) mettendole a disposizione di Associazioni sportive, Pro loco, forze sociali e libere associazioni di giovani.

  • contrasto alla dispersione scolastica e maggiore occupabilità: si fa riferimento ad azioni volte a contrastare, sia la dispersione scolastica (insieme di fenomeni che comportano un rallentamento del percorso formale di studio; inadempienze dell’obbligo scolastico; uscite in corso o a fine anno nei diversi gradi di scolarità obbligatoria o post-obbligatoria prima del raggiungimento del titolo di studio), sia a favorire l’occupazione che tenga in considerazione l’accesso al lavoro, sviluppando le competenze richieste dal mercato attuale e futuro, promuovendo i talenti, la creatività e anche lo spirito imprenditoriale e soprattutto innovando gli interventi proposti per lo sviluppo di abilità e nuovi profili professionali. Sostenere la creatività, la capacità innovativa e il talento dei giovani è fondamentale per assicurare loro opportunità di sviluppo personale e sociale, promuove la loro partecipazione attiva alla società e favorire la loro maggiore occupabilità. Si vuole fare riferimento anche ad azioni volte a valorizzare la capacità propositiva dei giovani e orientare i giovani a favorire la crescita individuale sul piano educativo, culturale e professionale attraverso lo scouting di nuove idee e talenti o a fornire loro mezzi e strumenti di orientamento post-diploma.

I proponenti dovranno indicare una sola delle 3 tematiche, che sarà quella presa in considerazione per la valutazione del progetto.

I progetti devono avere una durata minima di 4 mesi e una durata massima di 8 mesi.

In ogni caso i progetti dovranno essere conclusi entro e non oltre il 15-11-2020.

Agevolazione

Dotazione finanziaria: Euro 1.119.646,00.

Il costo progettuale deve rispettare i seguenti limiti:

  • Province:

  • budget minimo: Euro 15.000,00;

  • budget massimo: Euro 150.000,00;

  • UPI Regionali (o Anci regionali che associno Province):

  • budget minimo: Euro 15.000,00;

  • budget massimo: Euro 200.000,00.

Il contributo previsto è compreso tra i seguenti importi:

  • Province:

  • contributo minimo: Euro 12.000,00;

  • contributo massimo: Euro 40.000,00;

  • UPI Regionali (o Anci regionali che associno Province):

  • contributo minimo: Euro 12.000,00;

  • contributo massimo: Euro 60.000,00.

Inoltre il progetto deve avere una quota di cofinanziamento a carico del partenariato o dello/degli sponsor di almeno il 20% del valore complessivo del progetto.

Fonte

Bando

Scadenza

18-12-2019

Link

Informazioni





logo facebook    Seguici su Linkedin    Canale YouTube